F-35B e F-35C non saranno in grado di condurre intercettazioni supersoniche

Dopo aver esaminato questo problema per diversi mesi, Defense News ha finalmente avuto conferma che i problemi strutturali incontrati dall'F-35 a velocità supersoniche non sarebbero risolti. Per il momento, ciò riguarderebbe solo l'F-35B dei Marines e l'F-35C della Marina, e non l'F-35A utilizzato dall'aeronautica statunitense e dalla maggior parte dei clienti esportatori dell'aeromobile.

Dallo scorso anno, il Pentagono riconosce che le due varianti navali dell'F-35 soffrono di gravi problemi quando volano sopra Mach 1. In effetti, a differenza della maggior parte degli aerei moderni, l'F-35 è incapace di volare a velocità supersonica senza usare la post-combustione sul suo reattore. Tuttavia, questa post-combustione provoca un eccessivo aumento di calore e vibrazioni nella parte posteriore della cella dell'aeromobile, che si ritrova anche soggetto ai vincoli aerodinamici molto specifici del volo supersonico. Concretamente, questa situazione danneggerebbe la struttura dell'aeromobile (in particolare la sua coda orizzontale) ma anche il rivestimento invisibile dell'aeromobile e parte dei suoi sensori elettronici di guerra.

Supersonico o no, l'F-35B dovrebbe rimanere un velivolo essenziale per il Corpo dei Marines degli Stati Uniti.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso agli articoli di notizie, analisi e riepilogo. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti. L'abbonamento deve essere sottoscritto il il sito web di Meta-Defense


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE