L'Iran svela due nuovi radar progettati per rilevare missili da crociera e aerei furtivi

L'esercito iraniano ha presentato domenica scorsa due nuovi modelli di radar di controllo di fase tridimensionali le cui prestazioni sarebbero compatibili con il rilevamento di aerei stealth, droni, ma anche missili da crociera e missili balistici.

Come spesso , i "nuovi" radar svelati da Teheran non sono così tecnologicamente rivoluzionari come gli annunci suggerirebbero. Tuttavia, dimostrano una certa maturità della R&S iraniana, ma anche delle sue ambizioni a livello strategico.

Il primo modello presentato è un radar strategico a lungo raggio chiamato Khalij-e Fars. Con una portata di 800 km, questo radar a controllo di fase è principalmente destinato all'avviso rapido. Situato nella provincia di Hormozgan, di fronte agli Emirati Arabi Uniti, dovrebbe consentire il monitoraggio dei movimenti aerei intorno allo stretto di Hormuz. Mentre le comunicazioni ufficiali parlano di tecnologie avanzate e radar AESA, le fotografie del Khalij-e Fars mostrano un radar di controllo di fase tridimensionale relativamente convenzionale.

I radar trans-orizzontali iraniani sono installati in altitudine per evitare quanto più possibile interferenze atmosferiche che disturbano il funzionamento di questo tipo di radar.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso agli articoli di notizie, analisi e riepilogo. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti. L'abbonamento deve essere sottoscritto il il sito web di Meta-Defense


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE