Boeing continua ad andare avanti sul programma Loyal Wingman in Australia

Boeing Australia ha recentemente fatto due nuovi progressi nel suo programma Loyal Wingman, presentato poco più di un anno fa. A febbraio la fusoliera del primo prototipo era stato finalmente assemblato. Oggi è stato assemblato questo dimostratore atterrato per la prima volta sul suo carrello di atterraggioe i suoi sistemi interni sono stati accesi per la prima volta.

Sviluppato con il supporto della Royal Australian Air Force nell'ambito del Programma di sviluppo avanzato, il Loyal Wingman è un drone compagno stealth lungo 11,7 m destinato ad accompagnare i raid aerei da combattimento a lungo raggio. Il suo produttore lo definisce quindi internamente come "Boeing Airpower Teaming System". Per la RAAF, la macchina deve essere in grado di interagire con un aereo da combattimento di tipo Super Hornet, Growler o F-35, ma anche con gli aerei radar E-7A Wedgetail e gli aerei da pattugliamento marittimo. P-8 Poseidon. Per fare ciò, il Loyal Wingman utilizzerà l'intelligenza artificiale che gli consentirà di compiere missioni in autonomia, ma potrà anche essere comandato a distanza dagli equipaggi degli aerei che accompagna.

La prima fusoliera del Loyal Wingman della Boeing Australia è stata assemblata a febbraio. Ora è basato sul suo carrello di atterraggio e il suo alimentatore è stato attivato.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE