Il programma Gripen E/F continua a svilupparsi con nuovi passi effettuati

Lo scorso febbraio, avevamo dedicato un file importante al Gripen E / F, l'ultima variante del JAS-39 Gripen sviluppata dalla Saab svedese alla fine della Guerra Fredda. Per Saab, la posta in gioco per il Gripen E / F era alta: in una cellula da caccia leggera che ha già dimostrato il suo valore, il produttore di aerei svedese desidera integrare gli ultimi progressi tecnologici nel combattimento aereo. Missili a lunghissimo raggio, collegamenti dati discreti, radar AESA, palla optronica e sistema di guerra elettronica: nulla è stato lasciato al caso.

Sfortunatamente, a seguito di diverse battute d'arresto commerciali, tra cui l'annullamento dell'ordine svizzero nel 2014, il programma Gripen E / F era in ritardo di diversi anni e l'aereo è ora venduto solo in Brasile e Svezia. , sebbene Saab abbia grandi speranze per il mercato finlandese e canadese. Oggi, tuttavia, il programma di sviluppo del nuovo Gripen sembra finalmente essere su una buona strada. Infatti, mentre il programma di test del Gripen E procede a una buona velocità, Saab ha annunciato che era appena avvenuto il primo taglio della lamiera del Gripen F biposto. In attesa di notizie da Finlandia e Canada, sembra quindi che il programma Gripen E / F stia proseguendo (finalmente!) Come da programma.

Le vecchie varianti di Gripen, JAS-39 A / B e C / D sono già state esportate in Ungheria, Repubblica Ceca, Sudafrica e Tailandia. Di fronte a nuovi concorrenti, come il Rafale o l'F-16V, il Gripen E / F sta lottando per affermarsi sul mercato internazionale.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE