Progetti militari franco-tedeschi: tra anticipi e blocchi

Da più di dieci anni, la Francia è alla ricerca di un partner europeo duraturo per i suoi progetti di collaborazione militare, sia operativi che industriali. È iniziato nel 2010 con gli Accordi della Lancaster House e, in seguito al fallimento di un primo programma SCAF franco-britannico, un riavvicinamento politico e industriale tra Parigi e Berlino.

Guasti industriali e blocchi politici

In termini di esigenze militari, il riavvicinamento tra Francia e Germania divenne rapidamente evidente. Sono emersi così tre grandi temi:

  • SCAF: il futuro sistema di combattimento aereo per sostituire i caccia Rafale ed Eurofighter
  • MGCS (Main Ground Combat System): sostituzione dei carri Leclerc (Francia) e Leopard 2 (Germania)
  • MAWS (Maritime Airborne Warfare System): nuovo velivolo da pattugliamento marittimo in sostituzione dell'Atlantique 2 (Francia) e del P-3 Orion (Germania), con possibile apertura ad altri partner in Europa o nella NATO
In quanto velivolo da pattugliamento marittimo, il MAWS sarà integrato nel sistema di sistemi SCAF

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso agli articoli di notizie, analisi e riepilogo. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti. L'abbonamento deve essere sottoscritto il il sito web di Meta-Defense


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE