Di fronte al coronavirus, la società francese Shark Robotics offre alle autorità un robot di decontaminazione

Fondata nel 2016, la società La Rochelle Shark Robotics non è tuttavia sconosciuta alle forze armate o al pubblico in generale. Mentre l'uso di robot (o droni) terrestri è sempre più studiato dall'esercito, dalla polizia o dai servizi doganali, le produzioni di Shark Robotics sono state valutate negli ultimi anni dai principali attori del settore. Pertanto, oltre a un drone mulo BARAKUDA destinato al trasporto delle attrezzature dei fanti, Shark Robotics offre anche il robot di sminamento ATRAX. Ma è davvero l'intervento del robot COLOSSUS con i vigili del fuoco di Parigi durante l'incendio di Notre-Dame de Paris che le produzioni di Shark Robotics si sono fatte conoscere al massimo numero.

Oggi, mentre il paese sta attraversando una crisi sanitaria senza precedenti, la PMI di La Rochelle si è impegnata a sviluppare rapidamente una soluzione versatile di decontaminazione teleoperata, progettata specificamente per aiutare a contenere la crisi del coronavirus. Per questo, Shark Robotics ha trasformato il suo piccolo robot antincendio RHYNO PROTECT e lo ha adattato alle specifiche di questa nuova missione.

In origine, il Rhyno Protect era un robot antincendio fuoristrada. Progettato sia per interni che per esterni, si presta bene alla decontaminazione di grandi superfici

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE