Coronavirus: eserciti al centro di voci cospiratorie

Anche prima del primo discorso del Presidente della Repubblica in relazione all'attuale epidemia di coronavirus, il 12 marzo, circolavano voci sulle forze armate nelle sfere della cospirazione. Hanno cercato di spiegare i legami apparentemente ovvi tra l'epidemia che è poi iniziata in Cina o in Italia e il coinvolgimento dell'esercito, se possibile americano per più sensazionalismo.

Negli ultimi giorni, in Francia, alcune di queste voci hanno trovato una certa eco e una cassa di risonanza su tutti i social network, da Twitter a Facebook tramite WhatsApp. Altri improvvisamente apparvero anche deviando fatti e foto - generalmente non forniti - per instillare dubbi e confusione rispetto alle istruzioni ufficiali trasmesse dal governo francese o dall'OMS.

In Francia e altrove, i laboratori di ricerca medica dipendenti dai militari stanno attualmente lavorando sul coronavirus. La loro ricerca è lungi dall'essere svolta in segreto, tuttavia, la comunicazione tra i vari laboratori coinvolti nella ricerca di trattamenti e vaccini è essenziale.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli di notizie sono accessibile 24 ore e gli articoli della rivista sono accessibili 48 ore. Oltre a ciò, possono essere visualizzati solo dagli abbonati al servizio Meta-Defence. Articoli che trattano soggetti sensibili sono riservati agli abbonati non appena pubblicati.

Abbonamento personale a 4,95 € al mese, 2,50 € al mese per studenti e 18 € al mese per abbonamenti professionali. Le offerte di abbonamento annuali 2 mesi gratuiti.


ScaricaloApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE