La marina russa vuole più fregate di classe 22350, ammiraglio Gorshkov

Dall'entrata in servizio del primo Fregata del Progetto 22350, ammiraglio Gorshkov, gli annunci si susseguono per aumentare il numero. Inizialmente prevista per sole 4 unità, la classe ha continuato ad essere estesa, prima nell'aprile 2019 con la costruzione di 2 unità aggiuntive, questa volta dotate non di 16 ma di 24 silos UkSK in grado di ospitare missili lunghi come il P-800 Onyx, l'ipersonico 3M22 Tzirkon e il missile da crociera Kalibr 9M54, pur conservando i 32 silos per i missili antiaerei del sistema Poliment-Redut. Pochi mesi dopo, a settembre 2019, il Ministero della Difesa ha annunciato l'inizio della costruzione, nel 2020, di altre due unità della stessa tipologia, che dovrebbero entrare in servizio nel 2026.

Questa volta è stato il viceministro della Difesa, Alexei Krivoruchko, in viaggio verso i cantieri navali Severnaya di San Pietroburgo, ad annunciarlo nuovi ordini per navi di questa classe saranno annunciati a breve, senza specificare il numero o il calendario. Questo annuncio è stato dato in occasione della cerimonia di posa della chiglia, che tradizionalmente segna l'inizio della costruzione di una nave, di una nuova corvetta del Progetto 20380, una seconda classe piena di promesse per la marina Russo.

Fu nel gennaio 2020 che il primo lancio di un missile 3M22 Tzirkon fu effettuato da una fregata, in questo caso la fregata Admiral Gorshkov, prima unità della classe omonima.

Ciò è legato all'imminente entrata in servizio del missile ipersonico 3M22 Tzirkon, che ha recentemente effettuato il suo primo lancio da una fregata ? o la ritrovata efficienza dei cantieri navali russi chi riesce a ricostruire efficienti unità navali entro termini coerenti?
Comunque sia, dopo decenni di vacche magre, la flotta di superficie d'alto mare russa sembra ancora una volta beneficiare di una politica di investimenti volontari, forse superiore alle aspettative dell'Ammiragliato. Perché oltre le 22350 fregate dell'ammiraglio Gorshkov, che dovrebbero quindi raggiungere almeno 10 unità, e le corvette 20380/20385 e 20386, che dovrebbe raggiungere o superare 15 copie (13 confermate fino ad oggi), Il presidente Putin ha anche annunciato l'inizio della costruzione di almeno 8 fregate pesanti 22350M tra il 2020 e il 2027 e dal 2 portaelicotteri d'assalto, tanto atteso dagli ammiragli russi dopo l'annullamento della consegna dei due maestrale francesi.

Con un gran numero di fregate e fregate pesanti, poiché dovrebbero superare le 18 unità, supportate da corvette con comprovate capacità offshore e anche in grado di dispiegare 8 missili pesanti come il Kalibr o lo Tzirkon, la flotta russa sarà in grado di assicurare una transizione graduale ritirando le unità ereditate dall'epoca sovietica, come 4 cacciatorpediniere Sovremeniye e 9 cacciatorpediniere sottomarini Udaloy ancora in servizio. Procedendo in questo modo, si potrà, se necessario, ridurre il numero di cacciatorpediniere pesanti della classe Lider, la cui costruzione è prevista dal 2025, alla sola sostituzione degli incrociatori Slava (3 unità) e Kirov (2 unità), e raggiungere così un formato superiore a quello di altri paesi europei, anche quelli, come Francia, Regno Unito e Germania, con un PIL notevolmente superiore.

I due incrociatori classe Kirov ancora in servizio con la Marina russa, Piotr Velikiy e l'ammiraglio Nakhimov, rimarranno in servizio fino alla metà degli anni '2030.

Oltre all'imminente entrata in servizio dello Tzirkon e alla riscoperta delle prestazioni dei cantieri navali russi, un terzo parametro potrebbe spiegare l'enfasi posta oggi sulle navi oceaniche. Infatti, fino a poco tempo fa, Mosca dava la priorità alla costruzione di una fitta flotta di corvette costiere e motovedette armate, talvolta qualificate con un leggero sarcasmo di "Mosquito force". Tuttavia, queste navi, come le motovedette Buyan-M, trasportavano missili da crociera 3M54 Kalibr, mentre erano dispiegate nel Mar Baltico e nel Mar Nero, portando a portata di mano gran parte del territorio europeo. Per Mosca si trattava di aggirare le restrizioni del trattato INF che proibiva l'uso di missili balistici o da crociera con una gittata da 500 a 2500 km attuati da lanciatori di terra. Notiamo anche che il missile balistico ipersonico aereo Kh47M2 Kinzhal segue la stessa logica, poiché la sua portata è di 2000 km.

Con la fine del trattato INF, il ricorso a tale flotta è diventato meno necessario e il ministero della Difesa russo ha infatti potuto trasferire parte delle sue risorse di produzione a unità di alto mare, soprattutto come hanno dimostrato le recenti notizie Mosca che anche con una strategia essenzialmente continentale, è necessario il ricorso a una flotta potente e dissuasiva per far valere le decisioni del Cremlino in materia di politica internazionale. Inoltre, consentirà di estendere il raggio difensivo attorno alle dimensioni russe, sempre facendo affidamento sulla minaccia che lo Tzirkon rappresenta nei confronti dei potenziali avversari.

Le corvette leggere Buyan-M gestiscono 8 silos UKSK verticali in grado di ospitare missili Kalibr, Onyx o Tzirkon.

Infine, e probabilmente in modo decisivo, la flotta russa ha, per la prima volta, la capacità di competere con la NATO sui mari, perché la stragrande maggioranza della flotta statunitense passerà gradualmente al teatro del Pacifico per contenere il Potenza navale cinese. Infatti, anche se il Cremlino è consapevole che gli sarà impossibile eguagliare numericamente la potenza navale europea, probabilmente sta scommettendo di riuscire a guadagnarsi la supremazia accumulando la sua flotta. superficie, la sua flotta di sottomarini e la sua forza aerea a lungo raggio, ad esempio la modernizzazione del Tu-22M3M Backfire.

Una cosa è certa, con questi ripetuti annunci a favore della modernizzazione e dell'ampliamento delle capacità della flotta russa, Mosca vuole posizionarsi come potenza navale, rivelando un notevole cambiamento di strategia dalla fine dell'Unione Sovietica. . Gli occidentali saranno pronti ad accettare questa sfida? Solo il futuro ce lo dirà….

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE