La Polonia sceglie il fornitore americano per i nuovi missili anticarro

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha annunciato di averlo fatto concesso la vendita di 180 missili anticarro Javelin e circa 80 stazioni di tiro per la Polonia. Di per sé, questa vendita non è una sorpresa, poiché la Polonia aveva fatto una richiesta lo scorso settembre per l'acquisizione dal Pentagono di 185 missili Javelin FGM-148, sessanta caserme dei pompieri e cinque aerei da trasporto tattici C-130H.

Questa nuova vendita di equipaggiamento militare americano in Polonia fa parte della logica del riarmo e della modernizzazione delle forze armate polacche, in particolare delle forze corazzate e anticarro, che ora costituiscono La prima linea di difesa della NATO in caso di attacco russo dalla Bielorussia o da Kaliningrad. Tuttavia, questa ennesima acquisizione di attrezzature americane al di fuori di qualsiasi quadro competitivo continua a infastidire sempre di più le cancellerie e gli industriali dell'Europa occidentale.

Stimato a circa $ 100 milioni, questo contratto per l'acquisto di missili anticarro è solo una goccia nel secchio rispetto agli importi previsti per l'acquisizione di 32 caccia stealth F-35, ad esempio. A livello simbolico e industriale, tuttavia, è una vera spina nel fianco per l'industriale MBDA che ora commercializza il suo missile MMP (missile a medio raggio) e vorrebbe renderlo un nuovo standard per le forze europee.

I giavellotti comandati dalla Polonia dovrebbero equipaggiare le unità di fanteria. Il missile può tuttavia essere integrato nei veicoli, come qui su un American Stryker.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso agli articoli completi di Analisi, OSINT e Sintesi. Gli articoli negli archivi (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati Premium.

A partire da € 6,50 al mese – Nessun impegno di tempo.


Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE