Con il turbogetto WS-10, l'industria dell'aviazione militare cinese diventa autonoma

È apparso pochi giorni fa su Twitter, le foto che mostrano ten caccia leggero cinese J10C nei colori dell'APLAF equipaggiato con il motore locale WS-10 è un passo molto più grande di quanto sembri per l'industria dell'aviazione militare del paese. Certo, il motore WS-10 non è nuovo e ha già equipaggiato combattenti simili J-11B, alcuni J-15 e J-16. Ma l'inaffidabilità del motore ha finora costretto le autorità cinesi a utilizzarlo solo su velivoli bimotore, monomotore, come il J-10, che oggi costituisce la spina dorsale dell'aeronautica militare PLA con quasi 500 unità in servizio, rimaste fedeli ai motori di fabbricazione russa, ed in particolare al turbogetto AL-31 che equipaggia in particolare i Su-30 e Su-35 dell'aeronautica del Cremlino.

Va detto che lo sviluppo di un potente motore è considerato la fase più complessa e delicata nella progettazione di un aereo da combattimento. E finora, solo 5 aziende al mondo, vale a dire le americane Général Electrique e Pratt & Whitney, la britannica Rolls-Royce, la francese Safran e la russa NPO Saturn, avevano un tale know-how. Per i paesi con l'ambizione di sviluppare la propria capacità industriale per raggiungere una certa forma di autonomia strategica, questo è quindi un passaggio critico ma anche complesso e rischioso, poiché le insidie ​​sono numerose. Due paesi hanno intrapreso un tale sviluppo negli ultimi anni, l'India con il motore Kevari e la Cina con i motori WS-10 e WS-15.

I J-11B, riconoscibili dal loro radome nero, sono azionati da due WS-10 in luoghi e luoghi dell'AL31F che equipaggiano il J-11A.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli di notizie sono accessibile 24 ore e gli articoli della rivista sono accessibili 48 ore. Oltre a ciò, possono essere visualizzati solo dagli abbonati al servizio Meta-Defence. Articoli che trattano soggetti sensibili sono riservati agli abbonati non appena pubblicati.

Abbonamento personale a € 4,95 al mese o € 49,5 all'anno - Abbonamento professionale a € 18,00 al mese o € 180 all'anno - Abbonamento studenti a € 2,5 al mese o € 25 all'anno - Escluso codice promozionale -


Scarica il fileApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE