I droni sostituiranno presto gli aerei da combattimento?

Il carismatico presidente di Tesla e SpaceX Elon Musk ha sbalordito il pubblico dei piloti di caccia dell'Air Force Association questa settimana quando ha detto la sostituzione di droni e piloti tradizionali da combattimento era inevitabile in un tempo relativamente breve. Secondo lui, la massa di informazioni che deve essere elaborata da un pilota in tempi sempre più brevi, associata ai vincoli fisiologici del corpo umano, rende obsoleto il concetto di aereo da combattimento con equipaggio e punta a un'unica soluzione, la loro scomparsa a favore di sistemi senza pilota, droni da combattimento.

E la presentazione di concept "Defender" realizzato il 27 febbraio dal leader occidentale dei droni da combattimento, General Atomics, che ha progettato e prodotto in particolare i droni Predator e Reaper, sembra davvero puntare verso una soluzione del genere. derivato del drone "Avenger", infelice concorrente di Modello Boeing selezionato per il contratto di rifornimento di carburante a bordo di Stingray MQ-25 della Marina degli Stati Uniti, il Defender si presenta come un drone da combattimento specializzato in missioni di interdizione aerea e di supporto per la protezione degli aeromobili, come rifornimenti in volo o dispositivi di allarme aereo precoce, meglio conosciuti con il nome AWACS. DARPA, da parte sua, sta sviluppando il programma Longshoot, un dispositivo dotato anche di missili aria-aria e persino di un cannone, ma con obiettivi diversi dal concetto di Defender, poiché è più un'arma offensiva trasportata dall'aria destinata a operare in ambienti fortemente difesi al fine di , appunto, eliminando queste difese per consentire agli apparati pilotati di svolgere le loro missioni.

Le posizioni espresse da Elon Musk durante il suo discorso all'Air Force Association sono interessanti, ma in gran parte discutibili

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli di notizie sono accessibile 24 ore e gli articoli della rivista sono accessibili 48 ore. Oltre a ciò, possono essere visualizzati solo dagli abbonati al servizio Meta-Defence. Articoli che trattano soggetti sensibili sono riservati agli abbonati non appena pubblicati.

Abbonamento personale a € 4,95 al mese o € 49,5 all'anno - Abbonamento professionale a € 18,00 al mese o € 180 all'anno - Abbonamento studenti a € 2,5 al mese o € 25 all'anno - Escluso codice promozionale -


Scarica il fileApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE