L'Azerbaigian equipaggerà l'addestratore italiano M-346 Master e gli aerei d'attacco

Durante una visita ufficiale a Roma, il presidente azero Ilham Aliyev avrebbe acconsentito all'acquisto di 10 velivoli da addestramento avanzato M-346 per l'aeronautica azera. La lettera di intenti includerebbe anche un'opzione per una quindicina di aerei con versione di attacco per la sostituzione dei Su-25 azeri.

Se questo ordine è il risultato di diversi anni di negoziati con il governo italiano e Leonardo, fa anche parte di un gioco di strategia dichiarativa volta a contrastare la modernizzazione delle forze aeree armene, un paese con il quale l'Azerbaigian mantiene ancora un conflitto sulla regione del Nagorno Karabakh.

Il Su-25 costituisce ancora la maggior parte delle forze d'attacco dell'aeronautica militare azera. Sebbene più leggero, l'M-346 dovrebbe fornire maggiore precisione e minori costi operativi, senza che l'autonomia sia un problema data la profondità strategica del paese.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso agli articoli di notizie, analisi e riepilogo. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti. L'abbonamento deve essere sottoscritto il il sito web di Meta-Defense

Solo fino a domenica, approfittane 20% di sconto sul tuo abbonamento annuale (pro/personale/studente) con il codice ESTATE 2021


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE