La Royal Thai Air Force potrebbe moltiplicare i fornitori per modernizzarli

Il 20 febbraio, la Thai Air Force (Royal Thai Air Force - RTAF) ha pubblicato un libro bianco in dettaglio i progetti di equipaggiamento militare del paese per il prossimo decennio, così come le sue ambizioni a più lungo termine. Inizialmente, le priorità riguarderebbero soprattutto le attrezzature di addestramento, trasporto e salvataggio.

Tuttavia, Bangkok sta già iniziando a prepararsi per l'ammodernamento della sua flotta di aerei da combattimento. Una memorabile battaglia commerciale potrebbe quindi essere giocata in Thailandia, non per le dimensioni del mercato ma per la natura dei concorrenti che potevano opporsi sul posto. In effetti, oltre all'F-16V americano e allo svedese Gripen E, l'RTAF dovrebbe probabilmente valutare più proposte regionali basate sulla FA-50 sudcoreana e in particolare sulla J-10C cinese, che sta prendendo di mira il suo primo ordine lì. esportazione.

In termini di trasporto aereo, Bangkok deve sostituire la sua vecchia flotta C-130H con una dozzina di aerei recenti. Se Airbus ha un orario pianificato un'operazione di seduzione in Tailandia per posizionare lì la sua A400M, le attuali ambizioni dell'RTAF sembrano concentrarsi attorno a un dispositivo della stessa capacità del suo Hercules, che pone il C-130J modernizzato come un candidato naturale, specialmente nella sua versione di rifornimento in volo. La sostituzione dell'ultimo BT-67 (versione modernizzata del venerabile DC-3) potrebbe avere maggior successo su Airbus con il suo C-295, anche se vengono menzionati anche il Leonardo C-27J e l'U-132 ucraino.

La Royal Thai Air Force utilizza ancora una mezza dozzina di Basler BT-67, una versione modernizzata del DC-3 / C-47 apparsa durante ... la seconda guerra mondiale! Il rinnovo della flotta logistica è fondamentale poiché l'intervento in caso di calamità naturali è una delle principali missioni della RTAF

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli di notizie sono accessibile 24 ore e gli articoli della rivista sono accessibili 48 ore. Oltre a ciò, possono essere visualizzati solo dagli abbonati al servizio Meta-Defence. Articoli che trattano soggetti sensibili sono riservati agli abbonati non appena pubblicati.

Abbonamento personale a € 4,95 al mese o € 49,5 all'anno - Abbonamento professionale a € 18,00 al mese o € 180 all'anno - Abbonamento studenti a € 2,5 al mese o € 25 all'anno - Escluso codice promozionale -


Scarica il fileApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE