E se il Belgio avesse una flotta Rafale M anziché un F35A aggiuntivo?

In un precedente articolo, abbiamo evocato la riflessione avviata dalle autorità belghe in merito all'estensione della flotta di 34 F35A ordinata nel 2018 da 14 nuovi dispositivi. Sembrerebbe che prima dei Paesi Bassi o della Norvegia, il Belgio debba rivedere il formato della sua flotta da caccia per rispondere alle pressioni operative. Dopo aver pesato con tutto il suo peso per portare il Belgio a scegliere la F35, la NATO sarebbe anche all'origine di questa riflessione, secondo l'Alleanza che con soli 34 aerei le forze aeree belghe non saranno in grado di supportare le sue esigenze operative. Ma questa riflessione potrebbe essere un'opportunità per rafforzare contemporaneamente le capacità operative a beneficio della NATO, la protezione del cielo nazionale e le operazioni europee, sostituendo, a parità di budget, questi 14 nuovi F34A da 16 a 18 Rafale Marine.

La gara d'appalto per la sostituzione della F16 delle forze aeree belghe aveva, a suo tempo, fatto scorrere un sacco di inchiostro, la maggior parte degli industriali occidentali ritiene che fosse di parte a favore della F35A di Lockheed-Martin. Le informazioni pubblicate dopo la scelta dell'aereo americano hanno supportato questa percezione, da allora La NATO aveva, per così dire, messo il Belgio in una situazione di "non decisione", chiedendo che fosse dotato di aeromobili specializzati nella soppressione delle difese antiaeree e considerando che solo l'F35A sarebbe in grado di svolgere tali missioni oggi. L'offerta francese, al di fuori del bando di gara, solo aggiunto alla confusione, soprattutto da quando Dassault, il costruttore di aerei francese, è stato molto sfavorevole a questa offerta politica. Al di là della scelta del velivolo, il formato di previsione dell'aeronautica, con solo 34 velivoli nel parco, era stato ampiamente commentato e criticato, sapendo che era impossibile per 34 F35A supportare la stessa pressione operativa dei cinquanta di F16 attualmente in servizio, eppure già in saturazione.

Rafale F4 non avrà nulla da invidiare all'F35 in termini di capacità di rilevamento, comunicazione ed elaborazione dei dati. D'altra parte, manterrà le sue prestazioni aeronautiche superiori all'aereo americano.

Se l'offerta francese mancava chiaramente di coerenza, non essendo stata nemmeno in grado di fornire un'offerta dettagliata al governo Michel, ha aperto alcune opportunità relative ai possibili assi della cooperazione operativa tra le forze aeree belghe e francesi, su il modello di la collaborazione è iniziata con il programma CAMO relativo all'acquisizione dei veicoli corazzati VBMR Griffon ed EBRC Jaguar da parte degli eserciti belga e francese. Tra questi c'era l'idea, integrata anche nell'offerta ufficiale francese inviata da Florence Parly nel 2018, diimbarcarsi su una forza aerea navale belga sulla portaerei francese Charles de Gaullee il suo successore, se il paese integrasse Rafale Marine nella sua flotta. In tal modo, il gruppo di sciopero dei portatori francesi, altrimenti regolarmente scortato dalle fregate belghe, diventerebbe un gruppo di sciopero dei portatori di statura europea, con un simbolismo, ma anche una potenza di fuoco molto significativa.

La necessità di ulteriori velivoli oggi espressa deve consentire alle forze aeree belghe di svolgere simultaneamente missioni nazionali come polizia di cielo, manutenzione, addestramento e missioni esterne, solo una parte delle quali riguarda la NATO. In effetti, il nuovo aereo non deve necessariamente essere F35A, purché consentano di liberare il potenziale operativo necessario a favore della NATO che richiede specificamente questo aereo. Inoltre, un dispositivo come il Rafale Marine è noto per la manutenzione semplificata, l'elevata disponibilità, le elevate prestazioni, in particolare in termini di portata, capacità di carico e velocità, e nella sua prossima versione F4 avrà capacità di rilevamento / contro-rilevazione ed elaborazione dei dati simili a quelle dell'F35A. In altre parole, l'unica differenza effettiva tra F35A e Rafale M F4 sarà la furtività passiva della prima, che sappiamo essere sempre più messa alla prova da nuovi sistemi di rilevamento come radar a bassa frequenza o passivi.

Il Rafale offre le sue proprie capacità, come la penetrazione a altitudine molto bassa e ad alta velocità, per svolgere missioni di attacco profondo nel sistema nemico.

Inoltre, aderendo al programma Rafale, il Belgio sarà anche in grado di aderire al programma SCAF, come ha voluto fare da 2 anni. La cooperazione industriale franco-belga può essere estesa, anche se non riesce a raggiungere il volume dell'offerta proposta dal Ministro delle forze armate Florence Parly durante il bando di gara iniziale. mentre Gli industriali belgi iniziano a dubitare dell'effettivo risarcimento legato al programma F35, un passaggio di parte di questo settore al programma Rafale costituirebbe senza dubbio un'alternativa gradita.

Ovviamente, l'implementazione di un secondo tipo di aeromobile all'interno di una forza aerea ridotta comporta vincoli, in primo luogo l'obbligo di avere due sistemi di manutenzione e gestione dell'inventario dei pezzi di ricambio e due corsi addestramento per piloti e personale di manutenzione. Ma nel caso specifico del Belgio, questi elementi possono essere fortemente mitigati dalla vicinanza diretta con la Francia, in grado di formare il personale, nonché di mettere insieme le infrastrutture e le procedure di manutenzione al fine di ridurne l'impatto finanziario e umano. . Idealmente, se la Francia volesse sostenere tale iniziativa, sarebbe possibile allestire una flottiglia mista composta da uno squadrone navale francese e uno squadrone navale belga, e raggruppare, come nel caso della Marina francese , i livelli di manutenzione e supporto. In altre parole, con un minimo di ingegneria, sarebbe possibile neutralizzare i potenziali costi aggiuntivi legati all'esercizio di un secondo tipo di aeromobile per le forze aeree belghe. Per quanto riguarda il Belgio, non solo avrebbe uno squadrone in grado di soddisfare tutte le esigenze in tempo di pace, ma anche la stragrande maggioranza delle missioni in tempo di guerra (secondo i criteri della NATO) mentre liberando la disponibilità degli F35 per le missioni specifiche per le quali è richiesto. Inoltre aprirebbe nuove capacità operative per il Belgio, a beneficio della NATO e in particolare delle iniziative europee. Infine, e non dovrebbe essere trascurato, avere due diversi modelli di dispositivi offre una resilienza di fronte a possibili attacchi informatici che sappiamo come minacciare l'F35 o alcuni malfunzionamenti che richiedono un tipo di dispositivo per stai a terra.

Assumendo una flotta belga Rafale M sulla portaerei Charles de Gaulle, Parigi e Bruxelles avrebbero offerto un forte simbolo per l'edilizia europea e per l'Europa di La Défense.

Tuttavia, tale iniziativa non va da sola. Senza una forte implicazione delle autorità francesi, ma anche degli eserciti e degli industriali, avrebbe poche possibilità di successo. Sarà inoltre necessario spiegare con pedagogia e metodo i punti di forza di tale cooperazione nell'opinione pubblica belga, vallona e fiamminga, al fine di ottenere il sostegno del primo e ridurre l'opposizione del secondo. Con Brexit, il Belgio rimane l'unico paese europeo con una tradizione militare di operazioni esterne con la Francia. Fu quindi l'unico paese europeo a schierare unità operative quando Operation Serval fu lanciato in Mali nel 2013, in questo caso 2 elicotteri di ricerca e salvataggio che furono utilizzati intensamente durante l'operazione. Nel 1978, anche i paracadutisti belgi saltarono su Kolwezi e si unirono ai paracadutisti francesi del 2 ° Reggimento paracadutisti stranieri per proteggere l'area. Essendo la costruzione europea priva di simboli forti e la Difesa Europa che lotta per emergere, un'iniziativa del genere agirebbe, senza il minimo dubbio, a loro favore, senza danneggiare la NATO, al contrario.


Scarica l'articolo in formato pdf

Funzionalità riservata agli abbonati professionisti

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE