Creazione di un comando di difesa spaziale in Giappone

Dopo la creazione ufficiale della US Space Force il 20 dicembre 2019, o quella di un comando spaziale all'interno dell'Aeronautica francese il 9 gennaio, è ora la volta del Giappone per annunciare la formazione di un'unità di difesa spaziale, come riferisce la Associated Press Mari Yamaguchi. Il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha dichiarato lunedì che questa nuova unità sarebbe operativa entro il 2022 per proteggere il paese da qualsiasi minaccia spaziale, in stretto coordinamento con la forza spaziale americana che dovrebbe intensificarsi significativamente nel i prossimi quattro anni.

L'Unità Missionaria Space Domain inizierà le sue attività all'interno dell'Aeronautica giapponese di autodifesa (JASDF) da aprile, con un quartier generale stabilito sulla base aerea di Fuchu, a ovest di Tokyo. Si prevede che inizialmente vi lavoreranno circa 2022 persone, ma le risorse umane dovrebbero aumentare rapidamente entro la fine del XNUMX.

Il Giappone dispone di una gamma completa di lanciatori spaziali in grado di dispiegare satelliti geostazionari pesanti ma anche, se necessario, costellazioni di piccoli satelliti militari in orbita bassa.

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.



Scarica questo articolo in formato .pdf

[armelse] Funzionalità riservata agli abbonati professionisti [/ arm_restrict_content]

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE