Il pod Super Hornet IRST Block II segnala il ritorno del rilevamento passivo alla Marina degli Stati Uniti

La scorsa settimana Boeing annunciato dal comunicato stampa che un Super Hornet della US Navy volò per la prima volta con un pod IRST Block II. L'aeromobile è apparentemente uno dei due banchi prova utilizzati per lo sviluppo della nuova variante del Super Hornet, il Block III, che dovrebbe ottenere la sua capacità operativa iniziale entro la fine del 2021. Se il Il primo volo di equipaggiamento esterno può sembrare a prima vista abbastanza innocuo, l'integrazione operativa di un IRST sotto un aereo della Marina statunitense dimostra in realtà un profondo sconvolgimento nella dottrina del combattimento aereo all'interno delle forze americane.

IRST sta per Infrared Search and Track, è un dispositivo optronico in grado di eseguire la sorveglianza a infrarossi e quindi di rilevare il calore prodotto da aeroplani, navi, veicoli blindati o edifici. A differenza del radar, che emette onde e ne registra l'eco, gli IRST funzionano in modo passivo, senza alcuna emissione radioelettrica o luminosa. Finché un cacciatore opera con il radar spento e in silenzio radio, l'IRST può quindi rilevare gli aerei senza rivelare la sua presenza, anche a distanze di diverse decine di chilometri.

Per capire
Uno dei due Super Hornet utilizzati per i test standard del Blocco III. Possiamo vedere chiaramente la punta nera dell'IRST sul contenitore ventrale dell'aereo.
[Armelse]

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli ad accesso completo sono disponibili nella sezione “ Articoli gratuiti“. Gli abbonati hanno accesso completo agli articoli di notizie, analisi e sintesi. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

A partire da 5,90€ al mese (3,0€ al mese per gli studenti) – Nessun impegno di tempo.


[/ Arm_restrict_content]

Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE