La US Air Force rimuove le bombe nucleari gravitazionali dall'arsenale dei suoi B-52H

La capacità di schierare la bomba nucleare gravitazionale B61 è stato uno degli argomenti principali che hanno portato il Belgio a scegliere l'F35 della Lockheed per sostituire i suoi F16, ea trascurare gli aerei di fabbricazione europea, come il Typhoon o il Rafale. È anche un argomento regolarmente avanzato dagli Stati Uniti e dalla NATO per convincere la Germania a revocare la sua decisione di non dotarsi di F35A per sostituire il suo Tornado, che porta ancora il B61, o almeno a favorire il Super Hornet F / A 18 E / F sul Typhoon di costruzione locale in questa competizione. Tuttavia, l'Air Force americana ha appena ritirato le bombe nucleari gravitazionali dall'arsenale dei suoi bombardieri strategici B-52H. Il paradosso ha qualcosa da mettere in discussione….

Anzi, dalla voce di Progetto di informazione nucleare, Hans Kristensen, che stava parlando alla Federation of American Scientists, arriva l'Air Force americana rimuovere le bombe a gravità nucleare B61-7 e B83-1 dell'arsenale trasportato dai bombardieri strategici B52-H, per lasciare in servizio, in termini di armi nucleari, solo il missile AGM-86B dotato di testata nucleare W80-1. La ragione addotta è che ora era essenziale che i dispositivi di attacco strategico sparassero a grande distanza dal loro obiettivo, fuori dalla portata dei sistemi di negazione dell'accesso che ora rappresentano una minaccia troppo grande per tentare di penetrarli. fornire munizioni gravitazionali. E di portata, l'AGM-86B non ne ha carenza, poiché può colpire bersagli a 2400 chilometri di distanza, lasciando il B52 effettivamente fuori dalla portata dei sistemi antiaerei a lungo raggio, come il russo S500, o aerei da combattimento equipaggiati con missili aria-aria a lungo raggio. Ma se la missione è troppo pericolosa per gli aerei americani, perché le forze aeree europee potrebbero sperare di riuscire a mettere in atto queste stesse bombe B61?

La capacità dell'F35A di schierare la bomba nucleare B61 è stata ampiamente avanzata dagli Stati Uniti e dalla NATO per favorire la scelta del dispositivo da parte dei paesi europei appartenenti all'Alleanza
[Armelse]

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli di notizie sono accessibile 24 ore e gli articoli della rivista sono accessibili 48 ore. Oltre a ciò, possono essere visualizzati solo dagli abbonati al servizio Meta-Defence. Articoli che trattano soggetti sensibili sono riservati agli abbonati non appena pubblicati.

Abbonamento personale a 4,95 € al mese, 2,50 € al mese per studenti e 18 € al mese per abbonamenti professionali. Le offerte di abbonamento annuali 2 mesi gratuiti.


Scarica il fileApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

[/ Arm_restrict_content]

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE