La Russia prenderà il controllo delle flotte occidentali con il missile Tsirkon?

L'agenzia Tass cita fonti vicine al distretto di difesa federale nordoccidentale che la Russia procederà un nuovo test del missile anti-nave ipersonico Tsirkon 3M22e questo entro la fine dell'anno. Diverse dichiarazioni di funzionari russi rilasciate quest'anno, tra cui lo stesso Vladimir Putin, il missile Tsirkon si equipaggerà presto le corvette di Gremyashchiy du Projet 20385, i cacciatorpediniere Udaloy dopo la modernizzazione (l'esempio fornito è il cacciatorpediniere Marshal Shaposhnikov in fase di modernizzazione), nonché i sottomarini Antey del progetto 949-A. Progettato infatti per poter essere lanciato dal stesso silos usato per sparare i missili da crociera a lungo raggio Kalibr 3M54 e Missili anti-nave supersonici P800 Onyx, lo Tsirkon potrebbe potenzialmente equipaggiarsi un numero molto elevato di unità navali russedalla leggera corvetta Buyan-M al sottomarino del progetto Kilo 636.3 Migliorato le fregate 22350 ammiraglio Gorshkov e numero di navi in ​​fase di ammodernamento. Consapevole del vantaggio fornito da questa tecnologia, ha annunciato anche Mosca lo sviluppo di una versione ridotta del missile, il "mini-tsirkon", in grado di essere implementato da navi da pattugliamento missilistico guidato e da aerei come il Su-57.

Tuttavia, il 3M22 Tsirkon non è un missile anti-nave semplicemente più potente del suo predecessore, il P800 Onyx. Con un raggio dato per raggiungere i 1000 km e una velocità di Mach 9, il missile è in grado di fornire un significativo vantaggio tattico alle navi della flotta russa contro le loro controparti occidentali, come la Missile di combattimento aereo-terra ipersonico Kinzhal. Infatti, lo Tsirkon è virtualmente immune a tutte le difese antimissile in servizio nelle marine occidentali, dal missile antimissile al sistema CIWS, grazie alla sua velocità che supera di gran lunga le velocità massime di intercettazione per le quali i sistemi di la difesa è stata pianificata. Inoltre, questa velocità molto elevata riduce il tempo di reazione del bersaglio, o della sua scorta, a tal punto che le procedure di ingaggio in servizio sulle navi occidentali sono per il momento inadeguate a rispondere a questa minaccia. Infine, la sua portata supera di gran lunga la portata massima di tutti i missili anti-nave in servizio in Occidente.

Il missile balistico anti-nave cinese DF26 è anche percepito come una grave minaccia per le navi capitali americane, in particolare le portaerei

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con pieno accesso gratuito sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso agli articoli di notizie, analisi e riepilogo. Gli articoli in Archivio (più vecchi di 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti. L'abbonamento deve essere sottoscritto il il sito web di Meta-Defense

Solo fino a domenica, approfittane 20% di sconto sul tuo abbonamento annuale (pro/personale/studente) con il codice ESTATE 2021


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE