Protezione antiaerea del primo piano delle unità russe

Consapevole della superiorità della potenza aerea della NATO, la Russia non ha mai cercato di eguagliarla, come aveva fatto l'Unione Sovietica. Tuttavia, Mosca è sempre stata determinata a neutralizzare questa potenza militare che rappresenta, secondo le autorità militari britanniche, "l'80% della potenza di fuoco della NATO". Per raggiungere questo obiettivo, le forze russe hanno istituito un sistema di difesa antiaerea interconnessa a più strati che combina prestazioni e densità di equipaggiamento. Abbiamo già elaborato Difesa a lungo raggio, rappresentato da Sistemi S350, S400 et il futuro S500, oltre alla difesa a medio raggio, area preferita Sistemi BUK. La difesa aerea ravvicinata non viene trascurata nonostante le prestazioni dei sistemi a lungo e medio raggio. È costituita da tre famiglie di sistemi, ognuna con i propri attributi.

Il sistema BUK fornisce difesa antiaerea e antimissile a medio raggio per le unità russe

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli di notizie sono accessibile 24 ore e gli articoli della rivista sono accessibili 48 ore. Oltre a ciò, possono essere visualizzati solo dagli abbonati al servizio Meta-Defence. Articoli che trattano soggetti sensibili sono riservati agli abbonati non appena pubblicati.

Abbonamento personale a 4,95 € al mese, 2,50 € al mese per studenti e 18 € al mese per abbonamenti professionali. Le offerte di abbonamento annuali 2 mesi gratuiti.


ScaricaloApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE