In che modo un programma di caccia leggero potrebbe preservare il potenziale militare e industriale francese?

La Francia è oggi impegnata in un programma europeo, insieme a Germania e Spagna, volto a progettare e costruire un sistema di combattimento aereo del futuro, o SCAF, destinato a sostituire il Rafale e il Typhoon delle forze aeree. dai 3 paesi, a partire dal 2040. Nel frattempo, questo stesso programma produrrà tecnologie che saranno utilizzate come mattoni tecnologici per ammodernare i caccia Rafale e Typhoon, in modo da mantenerli al livello delle sfide operative e tecnologiche del futuro. Procedendo in questo modo, le autorità potranno condividere i costi di sviluppo del dispositivo e delle tecnologie costitutive, e produrre un maggior volume di sistemi in modo da raggiungere soglie di produttività che consentano di abbassare i costi di fabbricazione e di utilizzo dei dispositivi. flotte di caccia dei 3 paesi.

I limiti del programma SCAF

Ma il programma SCAF non è esente da difetti, e un effetto negativo, in particolare nei confronti della Base industriale tecnologica della difesa francese, l'unica, tra i 3 paesi membri del programma, ad avere oggi la capacità di completare il programma nella sua interezza. In effetti, la condivisione degli investimenti porta naturalmente a una condivisione industriale tra i paesi 3, in modo da distribuire i ritorni di budget generati. Una parte dell'industria della difesa francese, infatti, sarà esclusa da progetti indispensabili per mantenere competenze e know-how spesso acquisiti con grande impegno e investimento negli anni.

Lo SCAF Next Generation Fighter (NGF) sarà un aereo imponente, come si vede su questo modello in scala 1: 1 presentato al Paris Air Show 2019

Inoltre, lo SCAF è progettato attorno a un aereo pesante, l'NGF, il cui modello in scala 1:1 presentato al Paris Air Show suggerisce un aereo con un peso massimo al decollo intorno o superiore a 30 tonnellate, con un prezzo di conseguenza. Tuttavia, le forze aeree francesi, come molte forti forze aeree europee, stanno lottando per finanziare una flotta di velivoli pesanti con un volume sufficiente, o semplicemente per acquisire velivoli così costosi. Come tale, va ricordato che il dispositivo più venduto in Europa e nel mondo nel 2019 rimane l'F16V Viper...

Sarebbe infatti possibile per la Francia sviluppare un secondo programma, parallelo allo SCAF, per progettare un velivolo monomotore della classe Mirage 2000, avente gli attributi della 5a generazione, per rafforzare le forze aeree nazionali, preservare e ampliare il know-how del BITD e ampliare l'offerta internazionale francese? e se sì, come finanziarlo?

Un cacciatore di luce francese di quinta generazione


Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli con accesso gratuito completo sono disponibili nella sezione "Articoli gratuiti". Gli abbonati hanno pieno accesso a notizie, analisi e articoli di riepilogo. Gli articoli in Archivio (oltre 2 anni) sono riservati agli abbonati professionisti.

accesso ----- abbonarsi

Abbonamento mensile € 5,90/mese - Abbonamento personale € 49,50/anno - Abbonamento studenti € 25/anno - Abbonamento professionale € 180/anno - Nessun impegno di durata.


Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE