La flotta giapponese d'altura in 2030

All'inizio degli anni '90, mentre il mondo celebrava la fine della bipolarizzazione est-ovest con il crollo dell'Unione Sovietica, il Giappone si proponeva di sviluppare una flotta leader d'alto mare in grado di difendere tutti l'arcipelago contro un avversario tecnologicamente avanzato. Il Giappone aveva previsto la fulminea trasformazione della Cina e la minaccia che avrebbe rappresentato per la sua sicurezza solo 20 anni dopo?

Indipendentemente da ciò, la flotta d'alto mare della Forza di autodifesa giapponese è ora al terzo posto tra le marine del mondo, condividendo, dietro la Marina degli Stati Uniti e il PLA, il suo podio con la flotta russa, ma di gran lunga superiore Flotte europee. Oggi dispone di 18 sottomarini d'attacco, 4 cacciatorpediniere portaelicotteri, 8 cacciatorpediniere pesanti, 20 cacciatorpediniere e 16 fregate e fregate leggere, supportate da 5 navi ausiliarie, ma mira ad aumentare questo formato durante il decennio a venire, in modo da mantenere le sue capacità dissuasive nei confronti della coppia sino-russa. Nel 2030 la flotta giapponese sarà composta, secondo i programmi in corso, come segue:

Portaerei 4

I due cacciatorpediniere della portaerei di la classe di Izumo, entrato in servizio in 2015 e 2017, misura tonnellate 27.000 per 248 metri di lunghezza. Entrambe le navi saranno modificate per implementare il 42 F35B decollo e atterraggio corto / verticale ordinati in 2019 con gli Stati Uniti, diventando così portaerei a tutti gli effetti. Non è escluso, a seconda del numero di portaerei cinesi che entreranno in servizio nel prossimo decennio, che Tokyo decida di costruire una terza unità, in modo da garantire una capacità di risposta permanente. Il Giappone non aveva una portaerei dalla fine della seconda guerra mondiale.

La portaerei giapponese Izumo è rappresentativa del rilancio della potenza marittima giapponese

La flotta giapponese dispone inoltre di 2 portaelicotteri da 19.000 tonnellate la classe Hyuga è entrato in servizio nel 2009 e nel 2011 ed è in grado di operare fino a 18 elicotteri di tutti i tipi, inclusi gli elicotteri pesanti CH-47 e V-22 Osprey. Queste navi, che trasportano un sistema offensivo e difensivo completo, con in particolare un sistema di lancio missilistico verticale Mk41 che utilizza missili antiaerei a medio raggio RIM-162 ESSM e missili antisommergibili ASROC, sono specializzate nel guerra antisommergibile e contro unità di superficie.

3 navi d'assalto

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli di notizie sono accessibile 24 ore e gli articoli della rivista sono accessibili 48 ore. Oltre a ciò, possono essere visualizzati solo dagli abbonati al servizio Meta-Defence. Articoli che trattano soggetti sensibili sono riservati agli abbonati non appena pubblicati.

Abbonamento personale a € 4,95 al mese o € 49,5 all'anno - Abbonamento professionale a € 18,00 al mese o € 180 all'anno - Abbonamento studenti a € 2,5 al mese o € 25 all'anno - Escluso codice promozionale -


Scarica il fileApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE