La sicurezza informatica dei satelliti occidentali potrebbe essere compromessa

secondo un rapporto del noto think tank britannico Chatham Housei satelliti utilizzati a fini di difesa dalle nazioni occidentali dovrebbero essere considerati potenzialmente compromessi nella pianificazione di sistemi d'arma e tecnologie che impiegano tali sistemi. Una relazione complementare indica anche le vulnerabilità dei sistemi missilistici occidentalistrategici, antiaerei o tattici.

In questi rapporti, il Think Tank elabora una valutazione senza compromessi delle debolezze della guerra informatica che caratterizzano l'uso dei sistemi di localizzazione e comunicazione satellitare, che spesso hanno mescolato vocazioni civili e militari. oggi, la maggior parte delle munizioni tattiche utilizzate dai membri della NATO si basa sulla disponibilità di questi sistemi. Esempi recenti di Parodia del segnale GPS da parte delle forze russe, particolarmente difficile da rilevare, in realtà va in questa direzione. Ma il rapporto va oltre, affermando che la maggior parte dei satelliti utilizzati non ha una resilienza sufficiente per far fronte a capacità di servizio nemiche moderne e ben equipaggiate, come cinese o russo.

[Armelse]

Il resto di questo articolo è riservato agli abbonati

Gli articoli di notizie sono accessibile 24 ore e gli articoli della rivista sono accessibili 48 ore. Oltre a ciò, possono essere visualizzati solo dagli abbonati al servizio Meta-Defence. Articoli che trattano soggetti sensibili sono riservati agli abbonati non appena pubblicati.

Abbonamento personale a 4,95 € al mese, 2,50 € al mese per studenti e 18 € al mese per abbonamenti professionali. Le offerte di abbonamento annuali 2 mesi gratuiti.


ScaricaloApp mobile Meta-Defense per IOS o Android essere informato delle nuove pubblicazioni mediante notifica.

Disponibile su Google Play
Disponibile su Apple Store

[/ Arm_restrict_content]

Leggere anche

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina
Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE