L'Unione europea vuole semplificare il movimento delle truppe sul suo territorio

Durante il dispiegamento delle unità NATO in Polonia e negli Stati baltici, in seguito all'aumento delle tensioni con la Russia, e alla creazione della 1 ° Armata di Guardia con 600 carri armati contro questi paesi, le unità hanno dovuto affrontare molte difficoltà nell'unirsi alle loro posizioni. Ad esempio, ci sono volute più di 2 settimane perché il battaglione Striker dell'esercito americano fosse dichiarato operativo, motivo per cui l'Unione Europea, che federa tutti i paesi in prima linea con la Russia, ha deciso di intraprendere un programma mirato a facilitare il movimento delle unità militari, e in particolare unità militari pesanti, tra paesi appartenenti prima all'area Schengen, poi a tutta l'Unione.

Gli articoli di notizie pubblicati oltre i 24 mesi rientrano nella categoria "Archivi" e sono accessibili solo agli abbonati professionisti.
Per ulteriori informazioni su questa offerta, clicca qui

Related posts

Meta-Difesa

GRATIS
VEDERE